Zomb: il gioco

Probabilmente molti di voi si sono chiesti il motivo per cui il sito si chiama “Zomb the Game”. La risposta è semplice: tutti i progetti che avete visto finora sono serviti e serviranno per creare hype su quello finale. Zomb infatti si appresta a diventare un gioco di carte collezionabile, molto simile a magic.

La trama

Una carta posseduto, fazione religiosi

Oltre all’ovvio interesse di voler creare una trama che piacesse a tutti gli appassionati di Zomb, fin dall’inizio abbiamo studiato qualcosa che potesse farla coincidere con le sue regole. In un gioco dove vi sono superstiti che prediligono diversi tipi di armi, era necessario creare diversi tipi di zombie per facilitare uno o l’altro stile di gameplay. Sono quindi nate le fazioni, costituite da uno specifico tipo di sopravvissuto assediato da un particolare tipo di zombie.

In questo modo non vi sono categorie di armi più potenti di altre.

Se, per esempio, contro un vagante (il classico zombie romeriano) è bene utilizzare armi da tiro non si può dire la stessa cosa con i posseduti, visto che basta incrociare il loro sguardo per contrarre l’infezione.
Vi era inoltre la necessità di andare incontro ai gusti variegati dei giocatori: i reietti, per esempio, potrebbero piacere a chi vuole armi grandi o con grosso volume di fuoco, i nomadi a chi si accontenta della classica “via di mezzo”.


Le regole

Carta equipaggiamento, fazione militari

Le regole di Zomb non rispecchiano alcuna regola di altri giochi simili. Non è mai stata nostra intenzione fare qualcosa che s’ispirasse a Magic the Gathering. Solitamente in un gioco di questo genere, il giocatore mette in gioco delle creature e le lancia contro l’avversario e Zomb non è uno scontro fra necromanti.

Ma vediamo il piano di gioco. Innanzitutto le carte vengono disposte su colonne e non su righe di fronte ai giocatori. L’autore si è ispirato a North and South, un vecchio gioco per Amiga, per far sì che chi lo giocasse non si sentisse legato agli schemi classici.

Per questo motivo le carte sono state pensate con una grafica particolare orientando le regole o il testo di contorno in modo che fosse facilmente leggibile anche capovolgendo la carta e differenziandole fra loro ponendo l’art a sinistra per un tipo di carta e a destra per l’altro.

Scopo del gioco

Lo scopo del gioco è quello di far cadere la base avversaria con i propri zombie e quelli degli avversari. Gli zombie non hanno punti attacco o difesa e, sopratutto, non combattono fra di loro. Possono solo essere influenzati per passare da uno schieramento all’altro. Sono presenti due mazzi di scarto per ogni giocatori e dieci sezioni dove mettere le carte equipaggiamento, che rappresentano i sopravvissuti, e le carte zombie.

Vi è infine una carta “leader”, utilizzata come segnapunti. Se una di queste carte scende a zero la partita termina con la sconfitta di chi la possiede.

Rimanete sintonizzati, presto inseriremo altre regole riguardanti il gioco.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*